SECONDO ANNO

Secondo anno del corso triennale di Counseling Sistemico Figurativo

Il colloquio di counseling

 

In seguito all’incontro con l’epistemologia sistemico-relazionale e socio-costruzionista avvenuto durante il primo anno di corso, il secondo anno prevede l’acquisizione delle competenze per condurre un colloquio di counseling con l’individuo, la coppia e la famiglia, oltre allo sviluppo della capacità di saper leggere ed entrare in differenti contesti. 

L’obiettivo è quello di saper impostare un dialogo con gli utenti che preveda la costruzione di pattern di collegamento capaci di rispondere alle loro differenti domande nei molteplici contesti, pianificando azioni utili e rispettose dei sistemi con i quali si entra in relazione.

In questo senso sarà indispensabile imparare ad effettuare un’adeguata analisi della domanda, una definizione dei ruoli all’interno di quel determinato sistema e una co-costruzione comune di azioni possibili.

Si apprenderà a costruire le domande tenendo a mente le linee guida apprese durante il primo anno per comprendere come queste, nella pratica, orientano le azioni del counselor e diventano alleati indispensabili per la conduzione del colloquio.

Si lavorerà molto attraverso simulazioni, casi reali ed esercitazioni di natura pratica.

Proseguirà la formazione in costellazioni sistemiche e familiari per arrivare ad acquisire una certa autonomia nella conduzione ed essere in grado di gestire le differenti problematiche attraverso la scelta e la rappresentazione degli elementi significativi del sistema.

Organizzazione del corso

 

Il secondo anno prevede un totale di 218 ore.

  • Formazione in aula: 80 ore
    20 lezioni di 4 ore ciascuna, infrasettimanali, per acquisire strumenti e metodi dell’approccio sistemico e del colloquio di counseling, oltre alle abilità per diventare facilitatore in costellazioni familiari.
  • Seminari monotematici: 24 ore
    Giornate di approfondimento di tematiche riferite al counseilng, alle altre scienze umane connesse con il counseling, a convegni e a incontri di sviluppo delle competenze del counselor.
  • Sviluppo personale: 20 ore 
    Con formula residenziale, che prevede un percorso di gruppo con uno psicoterapeuta o uncounselor trainer/supervisor ad approccio sistemico, per una full immersion di lavoro su sé stessi e sulla propria crescita personale.
  • Supervisione: 24 ore
    Fin dal primo anno, 3 giornate per contestualizzare le tematiche nell’ambito professionale e confrontarsi sull’applicazione concreta ed esperienziale degli apprendimenti.
  • Tirocinio: 50 ore 
    Per applicare, in affiancamento, gli strumenti acquisiti durante il corso, per sviluppare progetti nel proprio contesto professionale, per costruire nuove possibilità per sé e per diffondere la cultura del counseling.
  • Homeworks: 20 ore 
    Apprendimento a distanza, studio di testi, preparazione di elaborati, stesura recensioni. Attraverso gli homeworks si prenderà dimestichezza con i testi base del modello sistemico.
  • Elaborato finale
    Al termine del primo e del secondo anno si prevede la realizzazione di un elaborato relativo ai temi trattati durante l’anno e alle applicazioni teoriche o pratiche nei differenti contesti, che testimoni l’avvenuto apprendimento del percorso.

Al termine del secondo anno, se superato con successo, si conseguirà l’attestato di “Abilità di intervento sistemico e facilitatore del cambiamento”.

Programma

 

Il percorso e le attività del secondo anno saranno articolate sulla base dei seguenti macroargomenti:

  • Le fasi del colloquio: apertura, sviluppo, ipotesi, co-costruzione e chiusura
  • Le linee guida per la conduzione del colloquio
  • L’analisi della domanda
  • Costruire ipotesi relazionali nel sistema
  • Colloqui, percorsi e interventi di counseling
  • Progettualità, contesti e sviluppo della cultura del counseling: le altre figure professionali della relazione d’aiuto
  • La promozione della professione
  • Pratica di colloqui di counseling
  • Le domande incisive
  • L’arte e il counseling: seminario artistico di approfondimento delle abilità di counselor – Emozioni e relazioni
  • Voice counseling, la voce e la comunicazione come strumenti del counselor
  • Approfondimenti e pratica per la conduzione di costellazioni familiari e sistemiche
  • Pedagogia, psicologie e aspetti metodologici delle discipline connesse al counseling
  • Etica e deontologia professionale
  • Presentazione degli elaborati finali e esame di fine anno

WWW.PRATICHESISTEMICHE.IT

Share Button